HeatDesigner

Strumento di analisi termica per l’elettronica
Horizontal spacer

HeatDesigner utilizza la tecnologia core di scSTREAM per condurre analisi fluido-termiche specifiche per il raffreddamento di componenti elettronici. Le prestazioni di HeatDesigner sono ottimizzate per applicazioni che non necessitano di una riproduzione precisa della curvatura geometrica per prevedere in modo accurato il campo di moto. HeatDesigner è tuttavia in grado di contenere mesh con oltre cento milioni di elementi, consentendo così di cogliere fini dettagli geometrici. Come scSTREAM, i principali vantaggi di HeatDesigner sono i tempi di calcolo veloci e un basso consumo di memoria.

Software Features



Calcolo su larga scala
Nella mesh strutturata, non occorre modificare quasi nulla, neppure in un modello complicato, e la forma o la scala del modello non influiscono sulla difficoltà di generazione della mesh. Inoltre, il solutore esegue un calcolo parallelo a velocità elevata e raggiunge un’elaborazione efficace man mano che aumenta la velocità a seconda del numero di sottodomini.


Multiblocco
La mesh può essere parzialmente rifinita per rappresentare più accuratamente una forma ed eseguire un calcolo in modo più efficiente.

Libreria componenti
Si possono registrare le forme e le condizioni dei componenti utilizzati più frequentemente. Le condizioni includono la posizione assegnata, il materiale e la generazione di calore.


HeatPathView
Le informazioni sulla temperatura di ciascun componente e sulla quantità complessiva di calore rilasciato ottenute nella post-elaborazione di un’analisi CFD generale non sono sufficienti per ricavare il percorso del calore. HeatPathView visualizza i percorsi e la quantità di calore trasferito nell’intero dominio computazionale in un diagramma, in un grafico e in una tabella, consentendo di individuare facilmente gli ostacoli lungo il percorso.


ElectronicPartsMaker
Lo strumento può creare modelli dettagliati di pacchetti di semiconduttori, inclusi QFP, SOP e BGA, specificandone i parametri, nonché modelli semplificati utilizzando modelli di resistori termici, come i modelli DELPHI e i modelli a due resistori. I produttori di pacchetti di semiconduttori possono fornire i dati dei pacchetti come modelli di resistori termici, senza divulgare informazioni sensibili interne.


Lettura degli schemi di cablaggio
Per calcolare nel dettaglio le condizioni del trasferimento di calore negli schemi di cablaggio di un circuito stampato, il modulo è in grado di leggere i dati Gerber da uno strumento CAD elettrico e importarli sotto forma di modello per un’analisi fluido-termica. Utilizzando i dati Gerber, è possibile ottenere un risultato di calcolo più realistico, prendendo in considerazione il trasferimento di calore influenzato da uno schema di cablaggio irregolare.

Irraggiamento
È possibile calcolare il trasferimento di calore da irraggiamento, prendendo in considerazione fattori quali diffusione, riflessione, trasmissione, rifrazione e assorbimento. Si possono inoltre utilizzare i metodi VF (View Factor) e FLUX. La funzione Lamp può simulare il calore irradiante da un filamento senza informazioni dettagliate sulla forma della lampada. In aggiunta al filamento, è possibile utilizzare come modello della sorgente di calore il fascio laser e la radiazione negativa specificati dall’angolo medio.

* Il metodo FLUX è disponibile solo in scSTREAM


Utilizzo della funzione di struttura da misurazione
La modellazione di dispositivi elettronici è possibile grazie alla conversione dei dati ottenuti sulla variazione di calore nel tempo e utilizzati per la misurazione della resistenza al calore in regime transitorio* nella funzione di struttura (caratteristiche di resistenza e capacità termica). È possibile generare un accurato modello termico comparando i dati dei test e delle analisi sulla base della funzione di struttura.

* Il dispositivo di misurazione non è incluso


Modello del componente elettronico
È disponibile una vasta gamma di modelli che permettono di ottenere facilmente il progetto termico di circuiti stampati e alloggiamenti di componenti elettronici, inclusi il modello DELPHI (resistori multipli), le celle di Peltier e Heat Pipes. È possibile considerare le caratteristiche di perdita di pressione utilizzando le fessure e le caratteristiche P-Q delle ventole con elementi turbinanti. I modelli generati possono essere aggiunti alla libreria.


Pannello (conduzione/trasferimento di calore e trasporto termico)
Le proprietà dei materiali e le condizioni di movimento possono essere applicate ad una superficie sprovvista di spessore nel modello, che consente la conduzione di calore ad altri componenti e la dissipazione termica. Ciò consente la simulazione dei processi di alimentazione della carta e asciugatura della pellicola, laddove oggetti sottili si spostano e vengono sottoposti a riscaldamento ripetutamente.

* Trasferimento e trasporto termico sono disponibili solo in scSTREAM

Utility



scMonitor
Consente di visualizzare l’avanzamento delle simulazioni in scMonitor durante i calcoli del solutore. Per esempio, permette di controllare il contorno di pressione di una superficie registrata o il contorno di temperatura e il vettore di flusso sui piani assiali.

* Per utilizzare questa funzione in alcuni Paesi è richiesta una licenza Postprocessor.


LFileView
LFileView è un viewer dedicato per i file L, generati automaticamente durante le simulazioni. È possibile controllare l’avanzamento delle simulazioni numericamente con valori variabili per ciascun ciclo e i valori massimo/minimo/medio per il risultato specificato.


VB Interface
Il software supporta la tecnologia COM fornita da Microsoft. È possibile controllare il software utilizzando i prodotti Microsoft Office e Visual Basic (VB). Il software integra uno strumento per la creazione e l’esecuzione del flusso operativo automatico, scWorkSketch. Grazie a questo tool è possibile creare facilmente un flusso operativo automatico originale. Inoltre, è possibile registrare il flusso creato come un template da riutilizzare in futuro.

Funzioni utili
  • • Strumento per la creazione automatica di report
  • GUI esclusiva
  • Strumento per la creazione automatica di un modello a partire da dati 2D


Strumento per lo studio parametrico
Grazie allo strumento per lo studio parametrico, è possibile definire le condizioni di analisi per coprire simultaneamente più casi, per esempio quando si eseguono diversi calcoli con parametri modificati quali la velocità di flusso o la quantità di calore. L’interfaccia è intuitiva e presenta le impostazioni in modalità foglio di calcolo. Nella stessa interfaccia è possibile controllare lo stato di ciascun caso e i parametri di output, come la temperatura massima/minima o la pressione media sul piano specificato.


HeatPathView
Con HeatPathView è possibile rivedere le misurazioni della dissipazione termica focalizzandosi su ciascun componente. Lo strumento consente di valutare in modo intuitivo e completo il bilancio termico e di cercare i percorsi di dissipazione. Grazie alla capacità di comprendere il flusso del calore, è possibile creare progetti più affidabili in termini di dissipazione termica.


scCONVERTER

I dati (file FLD/FPH) quali pressione, temperatura e coefficiente di trasferimento termico, ottenuti nell’analisi fluido-termica, possono essere mappati con i dati di input di un software per l’analisi strutturale (Abaqus, I-DEAS, Nastran). Inoltre, i dati di input delle analisi strutturali possono essere convertiti in un file FLD o FPH. scCONVERTER è in grado di creare un file di animazione a partire da molteplici immagini fisse (file BMP/PNG), modificare i file FLD/FPH e convertire un file P in un file FLD oppure un file FLD in un file iFLD.



CradleViewer
Il risultato della simulazione visualizzato in Postprocessor può essere salvato in un file, che può a sua volta essere aperto in un viewer intuitivo. Qui è possibile cambiare punto di vista e distanza semplicemente utilizzando il mouse o i gesti touch*. CradleViewer è completamente gratuito. Il risultato della simulazione può essere condiviso anche in un ambiente senza Postprocessor installato.


Optimus® for Cradle
Optimus si interfaccia direttamente con scSTREAM, scFLOW e SC/Tetra. L’ottimizzazione può essere condotta senza ulteriori personalizzazioni. Supporta inoltre la creazione di una GUI originale utilizzando API e un’ottimizzazione utilizzando Quality Engineering (metodo Taguchi).

Per assistenza e supporto di natura generale e specifica per prodotto, è possibile visitare la pagina Platform Support.